«Volevo quel 100 e lode  Era il mio passaporto  per il King’s College»
Lavinia Timis davanti al King’s College di Londra, dopo aver perfezionato l’iscrizione

«Volevo quel 100 e lode

Era il mio passaporto

per il King’s College»

Erba: Lavinia Timis è l’unica studentessa del Romagnosi

che ha avuto il massimo dei voti. Per un motivo preciso

«Soltanto così sarei entrate nell’università di Londra»

Dalle aule dell’Istituto Romagnosi a quelle del King’s College di Londra. Cinque anni di impegno, tante ore passate sui libri e voti eccellenti hanno consentito alla giovane Lavinia Timis di realizzare il proprio sogno: studiare in una delle università più prestigiose del Vecchio Continente. «Tutti i sacrifici che ho fatto in questi anni sono stati ricompensati - racconta la studentessa - ora potrò studiare relazioni internazionali nella capitale inglese».

Lavinia ha 18 anni, abita ad Anzano del Parco e ha appena terminato gli esami di maturità all’Istituto Romagnosi di Erba. La studentessa ha frequentato il corso economico a indirizzo turistico e si è presentata agli esami finali con una pagella fatta solo di 9 e 10: non stupisce, insomma, il voto finale di 110 e lode. Il voto finale in questo caso non è solo numero, ma un biglietto di sola andata per realizzare i propri sogni. «Per me - spiega Lavinia - era molto importante uscire con un voto alto alla maturità. Solo superando il 95, infatti, sarei potuta entrare nell’università a cui avevo fatto domanda mesi prima: il King’s College di Londra, nel quale studierò relazioni internazionali».

Lavinia è appena tornata dall’Inghilterra dove ha perfezionato l’iscrizione in una delle 25 migliori università al mondo: ora non le resta che riposare un po’.

Il servizio completo su La Provincia di sabato 21 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA