Domenica 12 Maggio 2013

Argegno, polemiche sul sindaco
L'accusa: «Prende due stipendi»

ARGEGNO Sono passati dei mesi dalle elezioni regionali che hanno portato al Pirellone nel ruolo di consigliere il sindaco Francesco Dotti, tra le due cariche sussiste incompatibilità, ma il diretto interessato non ha ancora sciolto la riserva sulla scelta da operare.
Il gruppo di minoranza «Il Molo» rappresentato da Renato Acquistapace a fronte di una condizione di illegittimità incalza affinché la posizione venga chiarita, ma finora nessuna decisione è stata adottata e da quel che risulta non sarebbero da attendere decisioni a breve.
Il braccio di ferro Dotti - Acquistapace va quindi avanti con nuovi colpi di scena che fanno seguito alla convocazione coatta del consiglio comunale su richiesta del gruppo di minoranza, sedute che hanno comunque comportato ulteriori rinvii.
Acquistapace, venuto a conoscenza del primo cospicuo stipendio accreditato dalla Regione al neo-consigliere, avanza perfino il dubbio che Dotti abbia a incassare un doppio compenso o quanto meno un doppio rimborso spese di rappresentanza per funzioni contemporaneamente in capo al sindaco - consigliere regionale.
Parlano le carte. Con una nota datata 10 maggio il capogruppo dell'opposizione ha scritto alla prefettura con richiesta urgente di un incontro con Michele Tortora.
«Su iniziativa del gruppo Il Molo - scrive Acquistapace - il 12 aprile è stato convocato un consiglio nel corso del quale è stata contestata al sindaco la incompatibilità tra l'una e l'altra carica».
«Il 26 aprile si è svolta una ulteriore sessione per l'accertamento della causa di incompatibilità e in quell'occasione il sindaco ha dichiarato di non avere ancora deciso, annunciando la convocazione di una ulteriore sessione entro 10 giorni. Il tempo è passato e ho notizie che il sindaco non abbia intenzione di convocare il consiglio per la notifica della decadenza in osservanza del decreto legislativo 267/2000. Chiedo pertanto un incontro urgente affinché le norme vengano rispettate».
Nella stessa data Il gruppo consiliare Il Molo ha presentato una richiesta di informazioni al segretario comunale e al responsabile del servizio finanziario municipale «per sapere se il Comune nei mesi di marzo e aprile 2013 ha liquidato al sindaco Francesco Dotti indennità di carica o rimborsi spese di qualsiasi natura».
Il diretto interessato, Francesco Dotti, liquida le istanze con una battuta. «Sono ex  carabiniere - dichiara Dotti - ma sono molto amico degli alpini. Con la fascia tricolore di sindaco parteciperò al raduno nazionale di Piacenza. Quando torno risponderò a Renato Acquistapace».

s.ferrari

© riproduzione riservata