Cremia, un calvario per il nuovo asfalto  Finisce l’asfalto, i lavori a metà
La Statale Regina ieri mattina a Cremia

Cremia, un calvario per il nuovo asfalto

Finisce l’asfalto, i lavori a metà

La protesta del sindaco nei confronti di Anas per il cantiere interrotto Disagi per le auto

A Cremia l’asfalto è corto, proprio come la classica coperta. La settimana scorsa l’Anas aveva provveduto ad asfaltare due tratti di statale Regina a San Vito, dalla galleria di variante Breva fin quasi alla galleria San Nicolao, al confine con San Siro.

Ma in tre punti di raccordo fra “vecchio” e “nuovo” il fondo è rimasto inspiegabilmente raschiato senza la posa del nuovo manto.

Sembra, insomma, che l’ente strade abbia avuto il braccino corto nel fare scorta di asfalto, terminato proprio in dirittura d’arrivo. Il problema è che non si tratta di una via secondaria di paese, ma di una strada statale, unica via di collegamento della sponda occidentale lariana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA