Da Nesso al campo base dell’Everest  «Questi ghiacciai fanno davvero paura»
Roberto Invernizzi davanti a una tenda del campo base dell’Everest a quota 5.365 metri

Da Nesso al campo base dell’Everest

«Questi ghiacciai fanno davvero paura»

Roberto Invernizzi vuole realizzare il sogno di una vita e arrivare agli 8.848 metri della vetta

A venti giorni dalla partenza dalla sua casa di Nesso, Roberto Invernizzi ha raggiunto il campo base dell’Everest a quota 5365 metri, e ora punta a raggiungere gli 8.848 metri della vetta della montagna più alta della terra. Il lariano, partito con la moglie Ombretta che si fermerà al campo base, sta per realizzare quello che da due anni è il sogno di scalare l’Everest . Fino ad ora è andato tutto bene, anche se non sono mancate le difficoltà, come è facile immaginare. «Da qualche giorno siamo al campo base Everest, ma solo ora abbiamo linea Internet - ha Roberto Invernizzi a La Provincia Roberto, venerdì 23 aprile - Durante il trekking di avvicinamento il tempo è stato bello, siamo riusciti a scalare il monte Lobuche a 6100 metri: di solito non è una montagna molto tecnica, ma questa volta è stato più difficile per la tanta neve e ghiaccio dei giorni precedenti. Qui al campo base nei ultimi due giorni ha nevicato tanto, eravamo chiusi dentro le tende e sentivano il boato delle valanghe intorno a noi, faceva un po’ paura». Roberto non è solo in questa impresa, ma insieme ad alpinisti che hanno già scalato l’Everest: questo rende tutto più sicuro, ma non certamente facile, anche in considerazione delle condizioni estreme. «Nei prossimi giorni, meteo permettendo, cominceremo a salire attraverso la “icefall”, una cascata di ghiaccio sovrastata da ghiacciai e visti dal vivo fanno davvero tremare dalla paura - prosegue Invernizzi - Gli sherpa fanno un lavoro incredibile, per ora la via per la vetta è aperta fino al campo 2 a 6500 metri. Se nei prossimi giorni il tempo sarà bello, prepareranno le corde fisse fino campo 3 a 7200 metri, poi campo 4 a 7900 metri, quindi fino alla vetta a 8848 metri». Tutti gli amici da Como e non solo fanno il tifo per lui, pronto a farsi immortalare in cima al mondo con il suo motto: sopra le montagne, sotto le stelle.

( Daniela Colombo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA