Ferragni e il caso Fedez:  dal Grand Hotel Tremezzo  «sostegno a mio marito»
Fedez e Chiara Ferragni sul Lario (Archivio La Provincia)

Ferragni e il caso Fedez:

dal Grand Hotel Tremezzo

«sostegno a mio marito»

L’influencer difende Fedez dopo la polemica al concertone del Primo Maggio sul ddl Zan e la censura (smentita) della Rai

«Fiera di chi sa che qualche ora dopo suo marito avrebbe reso fiera (quasi ) tutta Italia con il suo discorso e il suo coraggio». E, ancora: «Fiera del mio maritino perché ha avuto il coraggio di dire quello che pensa». Sono alcuni dei post via Instragram partiti nella giornata del Primo Maggio dal Grand Hotel Tremezzo, dove Chiara Ferragni - la famosa influencer - era ospite con la sorella e la piccola Vittoria, figlia nata un mese fa.

Destinatario del post, naturalmente, il marito Fedez protagonista di una vivace polemica che da ore sta imperversando a livello nazionale. Il rapper milanese, in occasione del concertone, ha dedicato parte del suo intervento al ddl Zan, con una forte critica alla Lega, citazioni di esponenti locali del partito contro i gay. Ed ha spiegato di essere stato costretto a far conoscere preventivamente i testi dell’intervento alla direzione Rai. Ne è seguita una smentita, mentre il cantante ha pubblicato la registrazione di una telefonata con la quale i vertici dell’azienda televisiva gli chiedevano di evitare citazioni e di “adeguarsi al sistema”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA