Gomme tagliate e cartelli divelti  È caccia ai vandali di Dongo

Gomme tagliate e cartelli divelti

È caccia ai vandali di Dongo

Gli ultimi danneggiamenti ad alcuni automobilisti hanno fatto scattare l’allarme. «Queste ragazzate cominciano a preoccupare. Sappiamo che i carabinieri stanno indagando»

Vandalismi senza fine, negli ultimi tempi, a Dongo.

L’ultimo, in ordine di tempo, è quello compiuto qualche notte fa ai danni delle auto di due residenti, entrambe donne, che avevano regolarmente parcheggiato i rispettivi veicoli negli spazi di sosta lungo via Tre Pievi.

Sono state tagliate tutte e quattro le gomme ad entrambe le auto e ad una è stata rigata da cima a fondo anche una fiancata.

Sull’origine del vandalismo, una delle persone danneggiate non esclude un’azione mirata e su facebook scrive così: «Sarà un caso essermi ritrovata con tutti e quattro gli pneumatici della macchina tagliati?». L’ipotesi più verosimile, tuttavia, rimane quella del vandalismo puro e gratuito.

Anche per una questione di apparentamento con gli episodi delle settimane precedenti. Esattamente un mese fa era accaduto un identico fattaccio nel parcheggio del Circolo ricreativo Cagiva Fenalc: all’auto del gestore erano state tagliate le gomme, ma già in precedenza altre auto di clienti avevano subito la stessa sorte. I

E più di recente, sempre a Dongo, i vandali si erano abbandonati a una notte brava, rovesciando sedie e tavolini posizionati nello spazio esterno di un bar e collocandone alcuni sulla statale Regina, assieme a dei cassonetti dei rifiuti, per impedire il passaggio dei veicoli; in centro paese erano anche state strappate tende da abitazioni ed esercizi e la bandiera tricolore dalla sede degli Alpini, mentre alcuni cartelli stradali, divelti, erano stati gettati nel torrente Albano.

«Le forze dell’ordine stanno indagando - spiega il sindaco Mauro Robba - e il cerchio potrebbe stringersi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA