Il sindaco: «Mi hanno scaricato  per Porto Letizia, la soluzione c’era»
Uno scorcio dall’alto del complesso di Porto Letizia

Il sindaco: «Mi hanno scaricato

per Porto Letizia, la soluzione c’era»

L’amarezza del sindaco sfiduciato «Si sono dimessi all’improvviso dalla sera alla mattina»

«Stavamo per perfezionare la transazione di Porto Letizia, ma mi hanno voluto mandare a casa».

Franco Franchi, ormai ex sindaco di Porlezza, all’indomani del terremoto amministrativo (ben dieci consiglieri su dodici dimissionari) che l’ha costretto a lasciare, si rammarica soprattutto per la modalità con cui è stato sfiduciato.

«Mi sarei atteso almeno un confronto e, soprattutto, una maggior consapevolezza del momento delicato - dice -. Avevamo 30 giorni di tempo per arrivare a transazione e sarebbe stato opportuno resistere per ottenere il risultato. Dalla sera alla mattina, invece, i miei collaboratori hanno invitato anche i consiglieri, non tutti convinti di aver fatto la cosa giusta, a firmare le dimissioni».

I dettagli su la Provincia in edicola venerdì 11 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA