La festa della famiglia  con Forza Nuova a Laglio   «Intervenga il prefetto»
Forza Nuova in un banchetto a Laglio per le comunali del 2018

La festa della famiglia

con Forza Nuova a Laglio

«Intervenga il prefetto»

Nel mirino il volantino in cui accusano “le pagliacciate del gay pride” e i Comuni “decadenti e sordi”. Subito polemica in paese e sul web

«Una giornata della famiglia in risposta allo svilimento della stessa con il dilagante e penoso spettacolo dei gay pride in tutta Italia, pagliacciate organizzate, volute e promosse da amministrazioni locali decadenti e sorde. Artificio speculativo di ricche organizzazioni lgbt mondiali, che con la loro teoria gender cercano di distruggere ciò che Dio ha voluto».

Questo il pesante messaggio lanciato da Forza Nuova per la “giornata della famiglia” che i tre consiglieri di minoranza forzanovisti di Laglio hanno organizzato in paese sabato 22 giugno, con una conferenza in sala consiliare e giochi per i bambini ai giardini. Un’iniziativa che ha scatenato tantissime polemiche e dure parole di condanna nei confronti degli esponenti di estrema destra. Flavio Martinelli, segretario del Circolo PD Basso Lario, ha fatto sentire la propria voce con un comunicato stampa che esprime la propria contrarietà e preoccupazione e l’Osservatorio Democratico Sulle Nuove Destre Como ha lanciato su change.org una petizione diretta al Prefetto di Como Ignazio Coccia e al sindaco di Laglio Roberto Pozzi affinché venga annullata la manifestazione.

I dettagli su La Provincia in edicola domani


© RIPRODUZIONE RISERVATA