La storia del vitellino  sperduto tra i pascoli  E salvato dai volontari

La storia del vitellino

sperduto tra i pascoli

E salvato dai volontari

Centro Valle Intelvi È stato notato da una escursionista

Un vitellino di pochi giorni è stato soccorso e salvato alle pendici del monte Generoso da un gruppo di volontari che si sono mobilitati in poco tempo per strapparlo da una morte certa. L’animale è stato trovato accucciato , disidratato e attaccato dalle mosche senza la madre ai margini della radura boschiva in località Ponticello sull’intersezione che porta in Vetta che separa il sentiero basso da quello alto.

Nelle vicinanze nessuna mandria di bovini è stata rintracciata dai soccorritori il che potrebbe far supporre che quel vitellino potrebbe essere sfuggito al controllo della mamma a pochi giorni dal parto.

A lanciare l’allarme era stata una turista che stava scendendo dal Generoso dopo l’escursione. Del ritrovamento sono stati avvisati i gestori della Baita di Orimento che sono partiti immediatamente per il recupero dell’animale e per prestargli le cure appropriate . A somministrare i primi generi di conforto è stata una ragazza di origine turca Arife Ozcan - nella foto- che insieme al proprietario della Baita Mimmo Zinga ha poi portato il vitellellino alla Fattoria delle Coccole all’interno dell’area protetta di Casa Fernando nel centro comunitario di Orimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA