Lago, turisti stranieri multati  Nessuno come i francesi
Massimo Castelli, comandante della polizia locale di Tremezzina (Foto by Archivio)

Lago, turisti stranieri multati

Nessuno come i francesi

Su 320 sanzioni della polizia locale di Tremezzina un terzo è dei transalpini per divieti di sosta.

Attratti forse dalle bellezze sconfinate e dai paesaggi mozzafiato (l’isola Comacina e il Golfo di Venere tanto per citare due esempi classici), lo scorso anno 321 automobilisti stranieri sono stati pizzicati “in fallo” dalla solerte polizia locale della Tremezzina.

In pratica, una contravvenzione al giorno. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta del canonico “divieto di sosta”, che prevede una sanzione di 45 euro. Scorrendo la classifica delle sanzioni, si scopre che i più indisciplinati sono stati i francesi, che hanno collezionato ben 99 multe.

E dire che in Francia, come in Belgio e in Portogallo (ad esempio), è la polizia a imporre il pagamento in loco della sanzione. Senza troppi fronzoli. Non parliamo poi della vicina e severa Svizzera. Ben 57 gli automobilisti rossocrociati multati dalla polizia locale della Tremezzina. Seguono i tedeschi, con 55.

«Non c’è alcun intento repressivo né tantomeno vogliamo scoraggiare i turisti. Cerchiamo solo di ottenere, una volta elevata la sanzione, quanto dovuto e quanto previsto per legge – aggiunge il comandante della polizia locale Massimo Castelli -. Altre località turistiche hanno intrapreso il nostro percorso. Puntiamo ad arrivare a riscuotere stabilmente almeno il 60-65% delle sanzioni elevate agli stranieri».


© RIPRODUZIONE RISERVATA