Livo, i familiari lo cercano  Era morto in baita per un malore
Il recupero dell’uomo ieri sera (Foto by Vigili del fuoco)

Livo, i familiari lo cercano

Era morto in baita per un malore

Vittima un uomo di 67 anni di Domaso

Allarme dalle conseguenze peggiori, nella serata di sabato 17 aprile, sulla montagna di Livio. Un uomo di 67 anni che si trovava in una baita in località Faido, sul versante opposto alla Val Darengo, è stato colto da un improvviso malore che non gli ha lasciato scampo. Al momento della tragedia l’uomo residente a Domaso era da solo nella baita che aveva raggiunto in mattinata. I familiari lo hanno cercato ma non ha più risposto al cellulare e i timori di ritrovarlo senza vita non si sono rivelati, purtroppo, infondati.

Un’altra immagine del recupero

Un’altra immagine del recupero
(Foto by Vigili del fuoco)

L’allarme è scattato poco dopo le 19.30 e sul posto si sono recati una squadra del soccorso alpino e dei vigili del fuoco di Dongo che hanno trovato l’uomo ormai accasciato a terra e senza vita e senza vita all’interno della baita. Sono stati mobilitati anche i carabinieri della dompagnia di Menaggio. In paese ha suscitato ansia e preoccupazione il passaggio delle squadre di soccorso prima che facesse buio e tutti si sono allarmati. Il primo pensiero è che qualcuno si fosse infortunato in montagna, ma poi, dopo oltre un’ora, è arrivata la triste notizia del decesso dell’uomo che saliva spesso nella sua baita, soprattutto d’estate. La sua sortita in quota si è conclusa nella maniera più drammatica, senza più ritorno a casa dai suoi familiari.

(Gianpiero Riva)


© RIPRODUZIONE RISERVATA