Massi in bilico a Ponna  «La strada è pericolosa»
Tra la vegetazione si vedono i massi che rischiano di crollare sulla strada

Massi in bilico a Ponna

«La strada è pericolosa»

Appello del sindaco Sala dopo un sopralluogo: «La situazione è monitorata costantemente però ricordo che di qui transitano ogni giorno pendolari e studenti»

Sono due i massi di grosse dimensioni in bilico sulla parete rocciosa a picco sulla diramazione della Provinciale 14 della Valle d’Intelvi che da Laino porta a Ponna. Una situazione di pericolo dovuta all’instabilità di alcuni speroni rocciosi e faglie che, a causa del fenomeno gelo-disgelo di questi giorni , sono affiorati in maniera visibile tale da preoccupare cittadini ed amministratori.

Sul posto , per un primo sopralluogo , il sindaco di Ponna Gianantonio Sala, che ha prontamente avvisato l’amministrazione provinciale di Como ente proprietaria della strada per la verifica e la messa in sicurezza del versante.

Il tratto interessato si trova in località Val di Cùsch a metà tragitto dell’arteria che porta a Ponna Superiore .« Speriamo che la parete regga. Sicuramente necessita di una bonifica urgente - commenta il sindaco- La situazione di pericolo è reale . Un eventuale distacco dei massi , ormai instabili , dipende dalle condizioni meteo».

«La strada è costantemente monitorata - conclude il sindaco-. Si tratta di strade attraversate ogni giorno da centinaia di pendolari, frontalieri diretti in Svizzera e studenti che con gli autobus di linea raggiungono ogni giorno le scuole di Como, Menaggio e Porlezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA