Menaggio, collaudo superato  nuova scuola promossa  Tutti in una sola media
Ecco come di presenta la scuola media di Menaggio (Foto by fotoservizio selva)

Menaggio, collaudo superato

nuova scuola promossa

Tutti in una sola media

Da lunedì sarà possibile utilizzare l’edificio ma studenti e prof entreranno da mercoledì Spaggiari: «Problemi risolti, inaugurazione il 2 febbraio»

La nuova scuola media è pronta. L’inaugurazione ufficiale è prevista per sabato 2 febbraio; la scuola è disponibile da lunedì ma il trasferimento degli studenti avverrà mercoledì o giovedì.

Lo annuncia il sindaco di Menaggio, Michele Spaggiari: «Il collaudo si è concluso ed è tutto a posto. Dall’inizio della prossima settimana l’edificio è a disposizione di alunni e insegnanti. Dopo gli inconvenienti sorti un anno fa, con errori progettuali che ci hanno costretti ad investire circa mezzo milione in più in corso d’opera, i lavori sono andati avanti spediti senza più intoppi e, adesso, possiamo finalmente inaugurare la nuova scuola media».

All’inizio del 2015, con l’amministrazione guidata da Adolfo Valsecchi, il Comune aveva ottenuto 4 milioni di euro per un progetto da 5 milioni che prevedeva la demolizione completa dell’edificio esistente e la costruzione del nuovo su tre livelli, con occupazione di buona parte del cortile interno, 12 aule per 300 alunni e moderna palestra a norma Coni - Fip nel seminterrato.

La nuova scuola ha inglobato anche l’ala dell’ex tribunale, dove sono stati ricavati i laboratori e la segreteria.

Rispetto al progetto originario, non è stata toccata la sala consiliare, che si affaccia anch’essa sul cortile interno e che in un primo tempo si prevedeva di inglobare nel progetto per trasformarla in mensa scolastica. I lavori erano iniziati nei primi mesi del 2016 con la demolizione della vecchia scuola; l’amministrazione aveva nel frattempo provveduto a dislocare la scolaresca in altre sedi provvisorie: tre classi all’istituto Vanoni, due nell’auditorium “Don Fiorenzo Gaggia” e cinque in locali della scuola primaria, dove le lezioni, di fatto, sono proseguite finora.


© RIPRODUZIONE RISERVATA