Menaggio, la tragedia sugli sci
Nicolò era in vacanza con la famiglia

Senza scampo lo studente dell’istituto Vanoni dopo l’impatto con l’albero sulla pista nera di Folgarida

Menaggio, la tragedia sugli sci Nicolò era in vacanza con la famiglia
Nicolò Mainoni aveva 18 anni
(Foto di Selva)

Nicolò Mainoni avrebbe compiuto 19 anni il prossimo 28 marzo.

Amava lo sport, a cominciare dallo sci. Mercoledì 9 febbraio, al mattino, l’impatto contro uno degli alberi che delimitano il canale della pista nera “Provetti”, nella skiarea trentina di Folgarida Marilleva, gli è purtroppo risultato fatale. A nulla è servito il trasferimento con l’elicottero dei vigili del fuoco di Trento - giunto in pochissimi minuti sulla pista - all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Nicolò, studente all’ultimo anno del “Vanoni” di Menaggio, era in vacanza con la famiglia

Il giorno precedente la tragedia aveva postato sulle stories di instagram un video con una frase ironica all’insegna della massima allegria vergata nei confronti del papà, comparso nel bel mezzo della ripresa sugli sci. Una vacanza come tante, sempre con la neve come comun denominatore di questa famiglia con casa in frazione Loveno.

Qualcosa però martedì è andato storto. Nicolò Mainoni - secondo le informazioni rimbalzate dalla Val di Sole - era impegnato in una delle prime discese del mattino in quel di Folgarida, quando nel tratto finale della pista nera ha perso il controllo degli sci, finendo oltre il tracciato.

Inevitabile l’impatto con un albero, ubicato sulla destra rispetto alla pista. Alcuni sciatori che si trovavano sul posto hanno subito lanciato l’allarme e in pochi minuti sono intervenute sul posto ben tre squadre del “soccorso piste” che fanno riferimento alla società degli impianti Folgarida-Marilleva.

Sul posto anche gli agenti sciatori della polizia (a loro sono affidate le indagini) e in supporto i carabinieri. Nel frattempo, l’elicottero è atterrato a fondo pista. Nicolò Mainoni, che indossava regolarmente il casco, è stato stabilizzato sul posto e trasferito a bordo dell’elicottero.

Non avrebbe però mai ripreso conoscenza dopo l’impatto con l’albero. Le ferite riportate nel violento impatto si sono rivelate troppo gravi. Attorno alle 13, dall’ospedale Santa Chiara di Trento, è stata comunicata alla famiglia la terribile notizia del decesso, poi rimbalzata a metà pomeriggio a Menaggio, dove il Comune - attraverso il sindaco Michele Spaggiari - ha affidato un messaggio al profilo facebook istituzionale, con questo incipit: “Una tragedia ha colpito oggi il nostro paese”.

«Ho incontrato Nicolò la settimana scorsa. Un ragazzo che amava Menaggio e che viveva Menaggio tra la scuola, gli amici e lo sport - le parole del primo cittadino - Sapevo della sua grande passione per lo sci. Di fronte a simili tragedie ci sono davvero ben poche parole. Ci stringiamo attorno a papà Fabrizio, a mamma Simona e ad Alessandro con tutto l’affetto possibile».

(Marco Palumbo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}