Menaggio, pochi passeggeri  Il pullman dei turisti si ferma
Secondo Spaggiari la navetta intasava la Regina, per Botta era utile

Menaggio, pochi passeggeri

Il pullman dei turisti si ferma

Soppresso il servizio organizzato in Tremezzina

Botta: «Menaggio non ha più messo la sua quota»

Spaggiari: «Costi altissimi, e poi servono bus scoperti»

Era partito già in ritardo, quest’anno, il servizio di navetta Argegno–Menaggio assicurato da Asf con propri bus per favorire le esigenze dell’utenza turistica in Tremezzina.

E alla fine è stato bruscamente interrotto. Da fine luglio, infatti, per viaggiare in Tremezzina con i mezzi pubblici sono disponibili solo i pullman delle corse ordinarie.

Un servizio voluto dai Comuni lo scorso anno per dare maggior impulso al turismo del Centro Lario sembra insomma già naufragato. «Purtroppo è così – ammette Sonia Botta, vicesindaco di Tremezzina – La nuova amministrazione di Menaggio ha ritenuto opportuno soprassedere ed è venuta a mancare una quota di denaro indispensabile».

La navetta Argegno-Menaggio prevedeva una corsa ogni mezz’ora in entrambi i sensi (una decina circa in ogni senso al giorno) e secondo il vicesindaco di Tremezzina stava progressivamente dimostrando la sua efficacia e la sua utilità.

Secondo il sindaco Spaggiari intasava la Regina. Asf ha intenzione di ripensarlo il prossimo anno.

I dettagli su la Provincia in edicola venerdì 19 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA