Moltrasio, fiori bianchi per Tatiana  Domiciliari per l’amico che guidava
Le persone presenti al cimitero di Moltrasio per il funerale di Tatiana (Foto by Daniela Colombo)

Moltrasio, fiori bianchi per Tatiana

Domiciliari per l’amico che guidava

In 200 al cimitero per il funerale della giovane

I fiori bianchi, la bara sul viale davanti alla cappella dove è stato allestito l’altare e intorno parenti e amici, avvolti da un silenzio surreale per una morte che si fa ancora tanta fatica ad accettare. Si è svolto sabato 6 giugno nel pomeriggio, nel cimitero di Moltrasio, il funerale di Tatiana Ortelli, scomparsa a soli 24 anni per un incidente stradale a Como nella notte tra il 2 e 3 giugno, mentre era a bordo dell’auto finita nel lago e guidata dell’amico di sempre Nikolai Saldarini, che è riuscito a salvarsi; da sabato 6 gli sono stati concessi gli arresti domiciliari. Una tragedia che ha sconvolto la piccola comunità di Moltrasio e ieri sono state oltre 200 le persone che si sono ritrovate al cimitero per accompagnare Tatiana nel suo ultimo viaggio. Accanto al feretro della giovane, mamma Franca e papà Aurelio colpiti da un dolore inconsolabile oltre al parroco di Moltrasio don Massimo Rossi e, accanto a lui, don Bartolomeo Franzi, per tutti don Meo, prevosto che conosceva molto bene Tatiana fin da bambina. La prima lettura è stata letta dal sindaco di Moltrasio Carmela Ioculano, mentre la preghiera dei fedeli è stata pronunciata dal vicesindaco Claudia Porro vicine alle famiglie toccate da questa tragedia. Difficile trattenere la commozione: occhi lucidi tra i tanti amici, coetanei di Tatiana che hanno voluto essere al suo fianco anche ieri, ma anche tra le persone che conoscono i suoi genitori e che hanno cercato di consolarli.

(Daniela Colombo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA