Morte al rally di Carlazzo L’autopsia non chiarisce il giallo
L’auto di Campana prima dell’incidente

Morte al rally di Carlazzo
L’autopsia non chiarisce il giallo

Esami dei corpi in tempi record: la Procura ha già concesso il nulla osta per i funerali dei piloti morti

La dinamica dell’incidente sembra chiara: la sbandata, lo scontro con un muretto, il testacoda e il nuovo scontro sul guardrail. E poi le fiamme. Ma ci sono alcuni aspetti da chiarire.

La Procura di Como ha aperto un’inchiesta sulla morte di Stefano Campana, 38 anni, e Roberto Munz, 21 anni, rispettivamente pilota e navigatore della Renault Clio distrutta dalle fiamme durante la quarta e ultima prova speciale del rally Ba...relli Ronde che si è tenuto domenica sulle strade della Val Senagra e della Val Cavargna. Al momento, come da prassi, il fascicolo è per omicidio colposo contro ignoti. Il pubblico ministero ha disposto l’autopsia. Da chiarire se i due concorrenti siano morti per l’impatto o per l’incendio. In quest’ultima ipotesi dovrebbe essere disposta una perizia sull’automobile per capire se tutti i dispositivi di sicurezza fossero in ordine, come l’impianto antincendio dell’abitacolo.

L’autopsia, che si è svolta in tempi record, non ha chiarito il giallo. La Procura, questa mattina, ha già concesso ai familiari delle due vittime il nulla osta per i funerali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA