Musso, furto durante la messa  Donna scoperta e denunciata
La chiesa parrocchiale di San Biagio, a Musso, dove è avvenuto il furto

Musso, furto durante la messa

Donna scoperta e denunciata

Fa sparire il portafoglio di un’altra fedele, dentro c’erano 350 euro

I carabinieri l’hanno individuata con le telecamere della chiesa di San Biagio

Avvengono furti anche nelle chiese, ma a Musso una fedele è stata addirittura derubata del portafogli durante la celebrazione della messa.

È accaduto in occasione della funzione domenicale delle 9 nella parrocchiale di San Biagio, che vista l’ora non è nemmeno molto partecipata. Una sessantaduenne del paese si è diretta verso l’altare per fare la comunione e al termine della messa si è accorta di non avere più il portafogli dentro la borsa, lasciata sul banco quando è andata a ricevere l’ostia.

Il giorno dopo si è recata a sporgere denuncia dai carabinieri: oltre ai documenti, nel portafogli aveva 350 euro in contanti.

I carabinieri hanno subito avviato le indagini, sentendo alcune altre persone del paese presenti in chiesa a quella stessa messa e, soprattutto, acquisendo le immagini del circuito di videosorveglianza interna della chiesa, installato anni fa proprio per scongiurare furti.

È così emerso che nel banco dietro a quello in cui si trovava la derubata c’era una sconosciuta, che al momento della comunione si è inginocchiata per pregare e poi, dopo aver fatto il segno della croce, è uscita di chiesa anzitempo. La donna, una quarantaquattrenne residente a Chiavenna, è stata presto individuata e accompagnata in caserma, dove di fronte all’evidenza del suo riconoscimento ha confessato di essere l’autrice del furto e ha riconsegnato il denaro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA