Nozze vip in strada, Menaggio si illumina

L’evento L’allestimento in via Calvi, che lunedì 20 giugno ospita la cena prenuziale con 230 ospiti della coppia indo-messicana

Nozze vip in strada, Menaggio si illumina
L’illuminazione allestita in via Calvi per l’evento di lunedì 20 giugno
(Foto di selva)

La via Calvi si è illuminata ed è tutto pronto o quasi per la serata di lunedì 20 giugno, quando sono attesi 230 invitati alla cena prematrimoniale di una coppia di facoltosi cittadini indo-messicana.

La ditta incaricata dei preparativi ha già installato una serie di luminarie lungo la centralissima via che da piazza Garibaldi porta alla parrocchiale. Il resto si farà nella giornata di lunedì: dalle 7 alle 9 le maestranze porteranno tavoli, sedie, tovaglie e posateria nella sala espositiva di piazza Garibaldi e nelle immediate adiacenze; dalle 16 verranno allestiti i tavoli lungo la via, con la grande cena che inizierà alle 19.30 e si protrarrà fino alle 23.30.

Un test: così è stato definito l’evento dall’Amministrazione comunale: il banchetto in luogo pubblico di lunedì, assieme a quello che si svolgerà sabato 25, con una coppia di sposi americani e 150 invitati, in piazza Garibaldi, sarà insomma un banco di prova per decidere cosa fare in futuro dinanzi a richieste di occupazione del suolo pubblico da parte di privati.

«L’obiettivo non è incassare denaro contante per l’affitto del suolo pubblico – aveva precisato nelle scorse settimane il vicesindaco, Fabrizio Cereghini – Vogliamo fare un ulteriore passo avanti in termini promozione turistica».

Per questi due primi eventi del genere, di conseguenza, vengono applicate le normali tariffe di occupazione del suolo pubblico: vale a dire che il Comune incasserà, per entrambi gli eventi circa quattromila euro. Nulla a che vedere, insomma, con l’affitto per un mese intero dei giardini di Villa Olmo a Como a un magnate inglese, sempre per un matrimonio: lì la finalità è prettamente economica, visto e considerato il Comune incasserà qualcosa come 1,3 milioni di euro.

A Menaggio, come sottolineato anche dal sindaco, Michele Spaggiari, l’obiettivo è la promozione turistica: «Saranno delle prove – ribadisce il primo cittadino – Valutati vantaggi e svantaggi, decideremo se redigere un apposito regolamento o cancellare questo tipo di eventi».

Tra coloro che ci credono fermamente c’è la presidente della Pro Loco, Roberta Iannazzo, rieletta dopo due anni di carica vacante: «Sono a favore della scelta dell’amministrazione comunale al cento per cento – esordisce – Si tratta di autentiche opportunità, destinate a fare pubblicità al paese. L’immagine di Menaggio verrà promossa a livello internazionale e turisticamente parlando, insomma, sono certa che avremo solo dei benefici».

«La Pro Loco cerca di fare promozione e la prossima manifestazione di spicco sarà la Green night del 2 e 3 luglio, ma eventi come quelli di lunedì 20 e sabato 25 possono veramente fare la differenza» conclude Iannazzo.

Nell’evento di lunedì in via Calvi c’è lo zampino del Grand Hotel Victoria. Gli sposi si erano innamorati del posto, tanto da acquistare subito un villa e scegliere il paese come luogo delle loro nozze. Per il pernottamento di quattro notti dei 230 ospiti avevano scelto il Grand Hotel Victoria, rimesso a nuovo a dotato di super servizi in questi anni.È stato il direttore del “5 stelle”, Marco Montagnani, a creare poi i presupposti per l’evento di via Calvi: «Gli invitati arriveranno a Menaggio entro domenica – dice – Ci siamo permessi di confrontarci col Comune in merito alla possibilità di realizzare una cena prematrimoniale in una centralissima via, scelta dagli sposi per il suo indiscusso fascino. L’amministrazione comunale ha convenuto che si tratta di un evento dalle indubbie potenzialità, di risonanza internazionale». I dubbi erano in gran parte legati alla possibile chiusura al pubblico della centralissima via per buona parte della giornata; appurato che via Calvi, invece, sarò comunque percorribile sulle due corsie laterali anche durante le cena.

Dopo la tappa di Menaggio la coppia indo-messicana, con il nutrito seguito di amici e parenti, si sposterà a Villa Erba per il matrimonio vero e proprio. A Menaggio l’attenzione si concentrerà così sul secondo evento, in programma sabato 25. Si tratterà, anche nel caso specifico, di una cena prenuziale di una coppia a stelle e strisce, che al seguito ha “solo” 150 invitati. La location, stavolta, sarà metà piazza Garibaldi e il pernottamento, ancora una volta, sarà al Victoria, visto che la famiglia di uno degli sposi è cliente della struttura. Le nozze si svolgeranno poi a Villa Balbiano, ad Ossuccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}