Pianello, riecco il museo della barca  «E senza soldi pubblici»
Uno scorcio del pubblico che ha partecipato alla cerimonia di riapertura del museo

Pianello, riecco il museo della barca

«E senza soldi pubblici»

Riaperto al pubblico grazie alla sensibilità (e ai soldi) dei privati

Il museo della Barca Lariana è di nuovo aperto ufficialmente al pubblico (per ora il venerdì, il sabato e la domenica dalle 14 alle 18, fino al 30 settembre).

A dispetto dei mancati contributi da parte degli enti pubblici per la messa in sicurezza dei locali, l’associazione La Raccolta della Barca lariana, proprietaria della struttura, ha fatto da sé, riuscendo a far leva sulla sensibilità di privati.

È un Museo, come sottolineato dal sindaco di Pianello, Dino Giucastro, che non ha eguali in Europa, che racconta la storia del Lario e di cui il paese è orgoglioso. L’artefice indiscusso è Gianalberto Zanoletti, che non è voluto mancare nel gran giorno dell’inaugurazione nonostante la malattia l’abbia privato anche dell’uso della parola: gli applausi delle centinaia di persone intervenute sono stati tutti per lui.

«Mio padre mi ha trasmesso tutta la sua grande passione per le imbarcazioni d’epoca e lo ringrazio – ha esordito il figlio Ferdinando, segretario dell’associazione – . Era d’obbligo riaprire questo Museo, rimasto chiuso fin troppo a lungo, ed è stato lui che ci ha spronati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA