Picchiato dal nipote di 16 anni  Rimane sempre gravissimo
Il luogo dell’aggressione, largo IV Novembre a San Fedele Intelvi

Picchiato dal nipote di 16 anni

Rimane sempre gravissimo

Drammatico episodio a San Fedele: prima spintonato e poi colpito con calci

alla testa Portato in elicottero all’ospedale, è in prognosi riservata

Un litigio violentissimo tra un uomo di quarant’anni e il nipote, non ancora maggiorenne. Calci, pugni e tanto, tanto sangue. È finita con l’adulto che si trova ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Sant’Anna in prognosi riservata. A distanza di 24 ore le sue condizioni non sono comunque migliorate e i sanitari si riservano la prognosi.

L’episodio è avvenuto intorno alle 22.30 di domenica in pieno centro, in largo IV novembre . Tra i due sudamericani , un cinquantenne operatore socio sanitario in una casa di riposo della zona e un suo nipote, non ancora maggiorenne, è scoppiato un violento alterco , pare per futili motivi, scaturito da una pregressa tensione familiare . Dopo un primo spintone , ad avere la peggio è stato lo zio. Finito violentemente a terra è stato colpito ripetutamente dal giovane con calci. Sul posto i carabinieri e i soccorsi sanitari. L’uomo è stato portato al Sant’Anna in elicottero. Il giovane, fermato dai militari, è stato denunciato e gli atti sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica dei minori a Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA