Ramponio Verna, cascinale distrutto
Ancora ignote le cause dell’incendio

Vigili del fuoco e carabinieri al lavoro dopo il rogo nella notte tra il 13 e 14 marzo

Ramponio Verna, cascinale distrutto Ancora ignote le cause dell’incendio
L’intervento dei vigili del fuoco a Ramponio Verna

Vigili del fuoco e carabinieri hanno avviato una indagine per risalire alle cause che hanno distrutto una casa di villeggiatura a Ramponio Verna (Alta Valle) nella notte tra il 13 e il 14 marzo.

Nella mattinata di lunedì 14 è ancora intervenuta una squadra di pompieri per lo «smassamento» del materiale distrutto mentre sono arrivati dal comando provinciale dei vigili del fuoco tre esperti per risalire alle cause che hanno scatenato il rogo, ancora incerte.

Tra le prime ipotesi quello di un innesco del tutto accidentale dell’incendio divampato in un baleno nella cascina ristrutturata alcuni anni fa e poi adibita a seconda casa. Ma al momento nessuna altra ipotesi può essere esclusa.

L’edificio dichiarato inagibile si trova in una area rurale periferica dell’abitato a poche centinaia di metri del santuario di San Pancrazio, all’interno di terreno agricolo cintato. Potrebbe essere stata una piccola scintilla a provocare il rogo che nel giro di poco si è sviluppato su tutta la casa che ha subito ingenti danni dal tetto, alla mansarda, fino al pian terreno.

(Francesco Aita)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}