Regina, ultimo giorno degli “osservatori”  «Pronti a presidiare i fine settimana»
Un “osservatore del traffico” impegnato a fermare un camion per evitare gli ingorghi nelle strettoie (Foto by archivio Selva)

Regina, ultimo giorno degli “osservatori”

«Pronti a presidiare i fine settimana»

Le sei persone che per 120 ore settimanali dal lunedì al venerdì hanno regolato il traffico tra Sala Comacina e Spurano venerdì 28 settembre concludono il servizio iniziato a giugno

Quello di venerdì 28 settembre è l’ultimo giorno di lavoro dei sei “osservatori del traffico” che da giugno hanno regolato la viabilità per evitare ulteriore caos e ingorghi lungo la statale Regina tra Sala Comacina e Tremezzina. Da anni il lavoro di queste persone si rivela quanto mai prezioso ancorché limitato dal lunedì al venerdì con un budget fatto su misura. Il servizio costa infatti 39.500 euro suddiviso tra i Comuni di Tremezzina (capofila, ha destinato 15mila euro), Argegno, Colonno, Sala Comacina, Grante e Menaggio (2.500 euro ciascuno) e il Comitato istituzionale strada Regina (12mila euro). Fino alla primavera 2019 non ci saranno più queste persone impegnate a fermare camion, tir, pullman, roulotte e camper prima che si incrociassero con altri veicoli extra large nelle strettoie della Regina, aggiungendo caos a caos. «Ma noi siamo pronti a farci carico del servizio anche nei giorni del fine settimana» dicono gli “osservatori”. Da qui la ricerca di nuovi finanziamenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA