Sala Comacina, ancora un furto   della “gang del flessibile”
I ladri hanno buttato tutto in aria visto che non avevano trovato niente di interessante

Sala Comacina, ancora un furto

della “gang del flessibile”

Dopo Argegno e San Fedele Intelvi, tocca al municipio di Sala Comacina: tagliata la cassaforte Salvi i documenti che da tempo vengono custodite in banca, spariti pochi contanti. I locali messi a soqquadro

Torna la “banda del flessibile” in Comune a Sala Comacina.

Un film purtroppo già visto in altri due municipi, ad Argegno ed a San Fedele d’Intelvi, senza dimenticare la stazione di Argegno della funivia che porta a Pigra (che nella notte tra il 28 ed il 29 settembre ha inaugurato la serie) e la farmacia di San Fedele. Una lunga scia di colpi, tutti con il marchio di fabbrica del flessibile. Così è accaduto anche a Sala Comacina, dove nel mirino è finita - manco a dirlo - la cassaforte, abilmente tagliata in cerca di contanti e carte d’identità. In realtà, il bottino è stato magro, anche se la “banda del flessibile”, evidentemente scontenta del colpo, ha buttato tutto all’aria prima di andarsene.

I dettagli su La Provincia in edicola domenica 28 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA