San Fedele Intelvi  Allagati gli ambulatori  e sospese tutte le visite
Pozze d’acqua sotto i carrelli: non c’erano più le condizioni sanitarie minime per le visite

San Fedele Intelvi

Allagati gli ambulatori

e sospese tutte le visite

San Fedele Bloccata l’attività del medico di base «Entra acqua dagli infissi danneggiati dai vandali Non c’erano più le condizioni sanitarie minime»

Non è la prima volta che i medici di base sono costretti a chiudere gli ambulatori di Villa Somaini a San Fedele Centro Valle Intelvi. Ieri non c’è stato nessun nubifragio in Valle. Ma è bastato la pioggia insistente caduta per alcune ore per allagare l’ambulatorio medico occupato dal dottor Sergio Losito.

Vista la situazione di potenziale pericolo il sanitario non ha potuto fare altro che affiggere un cartello sulla porta d’ingresso e sospendere le visite. Ma non sono solo le infiltrazioni d’acqua a preoccupare operatori ed amministratori.

Villa Somaini è ormai tutto un degrado e necessita di una riqualificazione strutturale, funzionale ed estetica. « L’acqua è penetrata dall’infisso che accede sul balcone puntellato da tempo dopo alcuni atti di vandalismo . - Dice il medico- Nessuno si è preoccupato di fare le dovute riparazioni. Le infiltrazioni sono arrivate fino sotto la scrivanie e i carrelli . Non c’erano le condizioni minime igienico sanitarie per fare le visite . Ho avvertito il sindaco del problema prima di prendere ogni decisione . Nel frattempo si è liberato l’ambulatorio del collega dove ho potuto ricevere i pazienti relativi ai casi più urgenti. La situazione è sotto gli occhi di tutti . La struttura necessita di importanti opere» .


© RIPRODUZIONE RISERVATA