Schignano e Argegno  Oggi l’ingresso  del nuovo prevosto
Don Giovanni Illia

Schignano e Argegno

Oggi l’ingresso

del nuovo prevosto

Doppia cerimonia. Alle 10,30 e alle 18le due messe ufficiali Il nuovo sacerdote manterrà anche l’incarico a Como

Malgrado sia la prima domenica di Quaresima, periodo di riflessione, c’è aria di festa e di gratitudine nelle comunità di Schignano e di Argegno.

Oggi, dopo dieci mesi di “vacanza pastorale” le due comunità accolgono il nuovo pastore, don Giovanni Illia, che inizia ufficialmente il suo servizio. Alle 10,30 farà il suo ingresso a Schignano con la celebrazione della messa nella chiesa di Santa Maria Assunta, e alle 18 sarà ad Argegno per la celebrazione nella chiesa parrocchiale della Ss. Trinità.

Il nuovo sacerdote, 53 anni, nativo di Cremia ha già incontrato le due comunità nelle scorse settimane e, per i primi tempi, farà “il pendolare” delle anime, in attesa del termine dei lavori di ristrutturazione della casa parrocchiale di Argegno in via Telo, ove andrà ad abitare.

Già nel primo incontro con la popolazione di Schignano e di Argegno si è detto felice di mettersi al servizio delle due comunità, mantenendone le peculiarità e le tradizioni.

«La mia missione è quella di portare tutti noi alla Salvezza», ha dichiarato il nuovo prevosto di Schignano e parroco di Argegno. E, strappando un sorriso, ha dichiarato: «Inizio il mio servizio pastorale fra voi la prima domenica di Quaresima, ma non sarà sempre Quaresima!».


© RIPRODUZIONE RISERVATA