Scuola, l’ultima campanella  Così cambia la Tremezzina
La scuola elementare di Lenno (Foto Selva)

Scuola, l’ultima campanella

Così cambia la Tremezzina

Dopo decenni di attività chiudono le primarie di Argegno, Ossuccio, Lenno e Tremezzo. Da settembre tutti gli studenti nel nuovo istituto

Quella dell’8 giugno 2018 è destinata, sul lago (e non solo), a diventare una di quelle date che a lungo rimarranno scolpite nella memoria collettiva. Dopo decenni di onorata attività, di storie, di ricordi, di aneddoti e, naturalmente, di emozioni le scuole primarie di Argegno, Ossuccio, Lenno e Tremezzo, senza dimenticare la secondaria di primo grado di Tremezzo - in buona sostanza le elementari dei quattro Municipi e le medie di Tremezzo - salutano tutti e passano la mano al nuovo polo scolastico da 5 milioni 800 mila euro di Ossuccio.

Nell’ala storica (ristrutturata) - ad Ossuccio - troveranno posto ragazzi e ragazze delle secondarie, mentre il nuovo edificio (connesso all’esistente) ospiterà 16 aule di elementari, una mensa scolastica da 270 posti, un auditorium da 200 posti (inaugurato nei giorni scorsi) e una moderna palestra.

Nel nuovo polo di Ossuccio confluiranno dalle primarie di Lenno, Ossuccio, Tremezzo e Argegno 259 alunni (con qualche fisiologica variazione dovuta alle nuove iscrizioni): 112 da Lenno, 75 da Tremezzo, 54 da Ossuccio (la primaria si trova a due passi dal nuovo polo scolastico) e 18 da Argegno. A questi si sommano i 55 studenti della seconda di primo grado di Tremezzo che siederanno al fianco dei 107 ragazzi e ragazze attualmente ad Ossuccio. Di sicuro, venerdì, mentre scorrevano i titoli di coda sulla gloriosa storia dei quattro istituti, molti hanno sfogliato anche solo per qualche secondo l’album dei ricordi, riportando in auge foto, ricordi e un pizzico di sana nostalgia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA