Si ferisce sopra i monti di Colonno  Trovato da due residenti: è gravissimo
I primi soccorsi all’uomo (Foto by Selva)

Si ferisce sopra i monti di Colonno

Trovato da due residenti: è gravissimo

Un uomo di 86 anni scoperto esanime in un sentiero alle 14. È stato portato dall’elisoccorso di Milano all’ospedale di Gravedona

L’hanno trovato a terra, con la testa e il volto insanguinati, ai margini di un bosco delimitato da noccioli.

Un uomo del 1934, con casa a Como e originario di Colonno, è ora ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Gravedona, dove l’ha trasportato l’elisoccorso di Milano, che si è alzato in volo una volta scattato l’allarme, poco dopo le 14.30.

Essendo da solo e al momento dei soccorsi in stato di incoscienza, è stato solo in parte possibile ricostruire la dinamica di quanto accaduto in località “I Prati”, dove l’anziano possiede una baita e dove danni si reca di frequente.

Il quad del Soccorso alpino e l’ìelisoccorso

Il quad del Soccorso alpino e l’ìelisoccorso
(Foto by Selva)

A trovarlo a terra sono stati due residenti in paese, che salendo lungo la carrozzabile che porta ai Prati hanno visto una sagoma a terra ai margini del bosco. «Subito abbiamo dato l’allarme - confermano -. Lì per lì il nostro primo pensiero è stato quello di allertare il più presto possibile il 118. Si notava la testa insanguinata. I soccorsi sono stati rapiti grazie anche all’intervento dell’equipe dell’elisoccorso».

Di sicuro, la conoscenza dei luoghi ha avuto una sua rilevanza, considerato che quella sagoma a terra non era facilmente individuabile.

L’ipotesi in campo ieri pomeriggio è che l’anziano sia scivolato battendo violentemente il capo e di fatto perdendo i sensi, senza possibilità alcuna di dare l’allarme. Secondo una prima ricostruzione, non è escluso che il pensionato molto affezionato a Colonno possa essere rimasto a lungo a terra, prima di essere notato e soccorso (una delle ipotesi è che sia rimasto a terra ai margini del bosco per un paio d’ore).

Sul posto sono intervenuti anche due tecnici della stazione Lario-Occidentale del Soccorso Alpino, saliti da Colonno in quad, mentre una squadra di soccorritori attendeva l’evolversi della situazione in piazzola a San Fedele.

In località “I Prati”, per i rilievi del caso, sono giunti anche i carabinieri di Tremezzina guidati dal maresciallo Paolo Lo Giudice.

In tanti hanno notato l’elisoccorso volteggiare sulle montagne sopra Colonno. Poi con il passare delle ore, si sono appresi i primi dettagli.

La prognosi è subordinata agli accertamenti clinici e radiografici cui il pensionato originario di Colonno è stato sottoposto una volta giunto all’ospedale di Gravedona, dove è stato trasportato in “codice rosso”, il massimo livello di gravità. In serata si parlava di una grave emorragia celebrale.

Marco Palumbo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA