Sopralluogo Anas
al muro di Argegno
Cantiere più vicino

La prossima settimana saranno comunicati i tempi per i lavori che dureranno per circa 60 giorni. Il sindaco: «Vogliamo i movieri per il periodo pasquale»

Sopralluogo Anas al muro di Argegno Cantiere più vicino
La strettoia di Argegno e, sulla sinistra, i tecnici dell’Anas al lavoro (Foto Selva)

Il sindaco in pressing, l’Anas alle prese con le strette maglie delle burocrazia, l’impresa - l’”Adrenalina” di Santo Stefano del Sole (Avellino) - che per la prima volta ha preso visione del cantiere ed i proprietari delle due dimore interessate dalla frana e dai successivi lavori che chiedono garanzie sull’intervento.

E’ questa la fotografia scattata venerdì mattina al termine dell’ora abbondante di sopralluogo in prossimità della frana che dall’alba del 10 settembre scorso paralizza una corsia della statale Regina, all’imbocco di Argegno. La partita è nelle mani di Anas che - aggiudicati i lavori - la settimana prossima dovrebbe finalmente comunicare il crono-programma dell’intervento (60 giorni di cantiere).

Il sindaco di Argegno, Roberto De Angeli ha fatto sapere di «aver chiesto di stringere il più possibile i tempi per dar corso ai lavori», tenendo conto che mancano due settimane a Pasqua. Importante sarebbe comunque dare un segnale. «Nel contempo scriverò al prefetto Bruno Corda e ad Anas chiedendo garanzie per il lungo week end di Pasqua - aggiunge il primo cittadino -. Mi riferisco a quanto annunciato qualche settimana fa in Prefettura circa l’utilizzo dei movieri a cavallo delle festività pasquali. E’ importante dare una risposta concreta a un disagio reale che sta vivendo il territorio. Chiedo dunque che il prefetto sia al nostro fianco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA