Sparita cerva soppressa con i farmaci
«Non mangiatela, può essere pericoloso»

Allarme a Dizzasco, dove l’animale è stato prima travolto da un veicolo e poi soppresso dal veterinario

Sparita cerva soppressa con i farmaci «Non mangiatela, può essere pericoloso»
La carcassa della cerva fotografata poco prima di sparire

«Non consumate quella carne, potrebbe essere pericoloso. Quella cerva adulta non è commestibile perché soppressa con un farmaco».

È un vero e proprio appello quello che arriva dal sindaco di Dizzasco, Aldo Riva, per quanto successo martedì 9 novembre tra le 4 e le 8,15 sulla provinciale 13. Qui una cerva adulta è stata investita e abbandonata agonizzante a bordo strada. L’intervento del veterinario Ats ha accertato la gravità delle ferite e per questo non è rimasto altro che procedere con la soppressione dell’animale mediante farmaco.

La carcassa è stata lasciata a bordo strada per favorire il recupero della polizia provinciale. AM quando gli agenti sono arrivati attorno alle 8,15 della cerva non c’era alcuna traccia. Sparita, presa da chi probabilmente ha pensato di macellarla e cucinarla o - peggio ancora - venderla. A questo punto è però partito dal Comune l’appello a «non mangiare quella carne, potrebbe essere pericoloso per la salute umana proprio perché la cerva è stata sottoposta ad eutanasia con un farmaco. La carcassa trafugata è altamente pericolosa per la salute umana».

(Francesco Aita)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}