Stroncata da malore nel suo crotto
La scomparsa di Maria del Mirabel

Carlazzo: la tragedia ieri mattina. Un anno e mezzo fa se ne era andato anche il marito Mario

Stroncata da malore nel suo crotto La scomparsa di Maria del Mirabel
Maria Caminada con il marito Mario, insieme per una vita

A un anno e mezzo di distanza dal marito se n’è andata anche lei, Maria Caminada, che assieme al coniuge aveva aperto, nell’ormai lontano 1981, il crotto Mirabel, storico locale dei Monti di Gottro. Ieri mattina la donna, ottantaduenne, ha accusato un malore proprio al Crotto e inutile è stato l’intervento dei soccorsi: sul posto è intervenuto il personale della Croce Rossa di Lanzo, ma per lei, purtroppo, non c’era ormai più nulla da fare.

Mario Martinelli, il marito, muratore con la passione del bestiame, produceva farina, salsicce e carni nostrane e proprio da lì era scaturita l’idea di aprire un locale per proporle alla clientela. Insieme avevano gestito per un po’ di anni il crotto del Merlo, poi avevano aperto un locale tutto loro: lui produceva la materia prima e lei, in cucina, la trasformava in polenta e invitanti brasati e spezzatini. E così il crotto Mirabel si è guadagnato presto un’affezionata clientela fatta anche di milanesi e svizzeri, che di quei piatti apprezzavano soprattutto la genuinità.

Maria e Mario sono stati i precursori del vero agriturismo, dispensando anche tanta simpatia a chi andava a pranzo o a cena nel loro locale. Entrambi sono rimasti lassù, nel loro crotto, fino all’ultimo. Ora a gestirlo sono i figli, ma Maria, proprio come Mario, era ancora lì a dare una mano, con la passione innata di sempre. (Gianpiero Riva)

L’articolo completo su La Provincia di domenica 1 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}