Sul lago l’ultimo saluto a Donegana  Familiari ancora in attesa del rimpatrio
Franco Donegana, 63 anni, era appena andato in pensione

Sul lago l’ultimo saluto a Donegana

Familiari ancora in attesa del rimpatrio

Si aspetta il nullaosta della autorità ticinesi per il rientro della salma dell’alpinista

Si terrà nel cimitero di Laglio la cerimonia d’addio a Franco Donegana, il sessantatreenne di Olgiate Comasco (ma originario di Moltrasio) precipitato domenica per 200 metri in Valle Bedretto, durante un’ascesa in cordata lungo la via Herbstwind, a quota 2.500 metri.

Nella drammatica caduta, ha perso la vita anche un sessantenne di Balerna, Isaia Zanini, la cui esequie si terranno sabato alle 14 a Morbio Inferiore.

Ieri Davide Donegana, nipote di Franco, ha confermato che «con i figli Michele e Irene siamo in attesa del nullaosta al rimpatrio della salma da parte delle autorità ticinesi».

«Abbiamo già condiviso - ha aggiunto Davide Donegana, molto conosciuto nel Basso Lario e che come lo zio svolge l’attività di elettricista - la volontà di dare l’ultimo saluto all’interno del cimitero di Laglio, dove ci sarà una benedizione ed un momento riservato ad amici e conoscenti, prima della sepoltura».

La salma di Franco Donegana si trova all’istituto cantonale di Patologia di Locarno. Martedì Michele e Davide Donegana si sono recati a Camorino, quartiere del Municipio di Bellinzona, per il prelievo del Dna, necessario per il riconoscimento ufficiale dell’alpinista comasco, grande appassionato di montagna e iscritto alla sottosezione Cai di Olgiate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA