Svolta per la Statale Regina  Venerdì chiusura rinviata alle 23,30
La chiusura notturna della Statale Regina nei pressi del cantiere della frana di Argegno

Svolta per la Statale Regina

Venerdì chiusura rinviata alle 23,30

È stato ridotto lo stop notturno ai veicoli anche per rendere più agevole l’arrivo dei turisti. Resta aperta a senso unico alternato sabato e domenica

L’annuncio tanto atteso è arrivato. Venerdì sera la statale Regina ad Argegno chiuderà al traffico alle 23.30 e non alle 20.30, come avvenuto anche ieri sera e come in calendario sino al 2 giugno - eccezion fatta per sabato 26 e domenica 27 maggio - per consentire l’ancoraggio mediante 18 tiranti della porzione di muro crollata all’alba del 10 settembre scorso e ricostruita in queste settimane dall’impresa avellinese Adrenalina.

Tre ore in più di apertura al traffico (con riapertura alle 5.30), che consentiranno di rompere l’isolamento serale “causa lavori” in un giorno della settimana - il venerdì - in cui il lago si popola in attesa del week end.

La notizia (nell’aria da qualche giorno) è stata confermata ieri mattina dal prefetto Bruno Corda - da sempre attento al “tema Regina” - al sindaco di Argegno, Roberto De Angeli. Il quale più volte (a cominciare dal summit in prefettura dello scorso 15 maggio) aveva chiesto - in primis ad Anas - di tenere nella debita considerazione le istanze del territorio.

Di sicuro, al netto degli inevitabili disagi di questi giorni (lunedì sera, primo giorno di chiusura totale, soprattutto gli stranieri sono sembrati in affanno), questo primo “spiraglio di luce” in una vicenda che si trascina ormai da otto mesi abbondanti rappresenta un passo importante per arrivare ad un altro traguardo - auspicato da De Angeli - ovvero “meno notti di chiusura totale” oltre che ad una rapida chiusura del cantiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA