Tremezzina, rincorso e bloccato  Ecco come è stato preso il ladro
Sono le 7.59: la telecamera di via degli Artigiani immortala due persone che corrono. Il primo giaccone bianco e’ il ventiquattrenne senza fissa dimora in fuga, il secondo è il figlio della proprietaria del camping

Tremezzina, rincorso e bloccato

Ecco come è stato preso il ladro

Le telecamere di sicurezza hanno ripreso le scene del movimentato episodio di martedì mattina al camping

Sono le 7.59 di martedì - giorno del mercato settimanale a Lenno - quando la telecamera del sistema di videosorveglianza comunale, installata in via degli Artigiani (in frazione Villa), inquadra due figure che spuntano dalla curva a gomito che delimita il Camping La’Vedo. Un minuto dopo, una terza figura si materializza a passo spedito nel cono dell’occhio elettronico.

Grazie al coraggio ed alla caparbietà dei due figli della proprietaria del Camping lennese è finita dopo meno di un centinaio di metri la fuga del ventiquattrenne senza fissa dimora originario del Marocco, giaccone bianco e marsupio a tracolla, che aveva individuato il Camping come base operativa per le scorribande, danneggiando di sicuro non da solo (è probabile che uno o due complici siano riusciti a far perdere le loro tracce) ben otto tra casette e roulotte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA