Tremezzina, spot dell’Alfa Romeo  Le riprese tra lago e statale Regina
Lo spot è stato girato anche davanti alla splendida villa Sola Cabiati (Foto by Selva)

Tremezzina, spot dell’Alfa Romeo

Le riprese tra lago e statale Regina

Operatori e Sud a Bolvedro, parco Olivelli e da Cadenabbia a Menaggio

Al di là di qualche telefonata e qualche post dai toni allarmistici visto l’ingente spiegamento di polizia locale, polstrada e protezione civile, la mattinata di martedì 12 gennaio ha riservato l’ennesimo spot (gratuito) per il lago di Como, immortalato in tutte le sue angolazioni nel tratto decisamente suggestivo di Regina che va da Bolvedro di Tremezzo (di cui fa parte l’elegante Villa Sola Cabiati) al parco Olivelli sempre a Tremezzo e poi ancora nell’altrettanto suggestivo tratto di Regina che unisce Cadenabbia (Griante) a Menaggio.

Il motivo? Il lancio del nuovo Suv Alfa Romeo, il cui brand sarà evidentemente legato al lago di Como ed alle sue peculiarità, che vanno dai paesaggi mozzafiato anche in pieno inverno alle ville sontuose nonché ai matrimoni, considerato che nello spot - in cui le riprese dai droni hanno un ruolo predominante - si nota con il lago sullo sfondo una coppia di sposi. Non più tardi di lunedì 11 gannaio era toccato a Chiara Ferragni, dall’alto dei suoi 22,4 milioni di follower su instagram, giurare eterno amore al lago di Como, con una carrellata di immagini (inclusa una con il marito Fedez e il figlio Leone con il Grand Hotel Tremezzo sullo sfondo) che in una manciata di ore ha raccolto quasi 530 mila like. Ad agosto (l’avevamo raccontato su “La Provincia”) era toccato tornare sul lago di Como più che per uno spot per un cortometraggio nell’ambito della sfavillante campagna pre-fall, pre-autunnale. Tutte iniziative e proposte, queste, che fanno bene al morale ed all’immagine di un lago duramente colpito - al pari di altri territori - dalla pandemia. Peraltro l’Alfa Romeo ha un legame speciale con il Lario, considerato che al Concorso d’eleganza di Villa d’Este le Alfa Romeo, riservato a buon diritto alle auto più belle del mondo, hanno rappresentato uno dei punti di forza. Come dimenticare (correva l’anno 2018) il primo premio del Concorso di eleganza assegnato all’Alfa Romeo 33/2 stradale.

(Marco Palumbo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA