Troppi pericoli per i pedoni  Sulla Regina quattro semafori
Il luogo dell’investimento mortale (Foto by Selva)

Troppi pericoli per i pedoni

Sulla Regina quattro semafori

Subito dopo la morte di Giovanni Soldarini primi interventi a Laglio per evitare altri incidenti. A Spurano verrà messo uno specchio vicino alle strisce

L’investimento (poi purtroppo risultato mortale) di Giovanni Soldarini mentre mercoledì - come tutte le mattine - attraversava sulle strisce pedonali sotto casa ha riaperto il dibattito sulla pericolosità della statale Regina, legata non solo alla velocità. Da Colonno a Tremezzo ci sono almeno cinque attraversamenti pedonali ad alto rischio e tutto (o quasi) hanno già avuto a che fare con incidenti.

Quello di Sala Comacina, dove mercoledì una moto ha centrato in pieno l’imprenditore in pensione classe 1933 - originario di Colonno, ma con casa a Sala Comacina ed attività a Lenno - è sicuramente in cima alla lista. L’elenco comprende anche Spurano di Ossuccio in prossimità della strettoia (dove verrà posto uno specchio per agevolare la visuale), Lenno a una cinquantina di metri dalla svolta verso la frazione di Villa, Mezzegra in corrispondenza dell’ufficio Postale e Tremezzo nei pressi di Villa Carlotta. Tutti punti noti dove purtroppo negli ultimi mesi si sono verificati incidenti che hanno interessato pedoni.

È di ieri l’annuncio del primo cittadino di Laglio, Roberto Pozzi, che «lunedì partiranno i lavori - sul territorio comunale - per la realizzazione degli impianti semaforici a chiamata lungo la Regina. Un intervento lungamente atteso che servirà a consentire l’attraversamento in sicurezza della statale e, nelle nostre aspettative, contribuirà anche a limitare la velocità dei mezzi in transito». Quattro gli attraversamenti oggetto dell’intervento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA