Un bivacco intitolato a Zeb
Cerimonia con tanti amici

Ieri l’inaugurazione della struttura di Cnas e Cai di Dongo in memoria di Flavio Muschialli

Un bivacco intitolato a Zeb Cerimonia con tanti amici
Un gruppo di volontari e amici all’inaugurazione del bivacco

Una grande festa corale per un amico, Zeb, alpinista, soccorritore e istruttore del Cai, scomparso nel 2011 a 37 anni. Ieri in Val Magiam, località Avert di Muggiolo, si è tenuta l’inaugurazione ufficiale del bivacco, un’opera realizzata dalla stazione locale Cnsas e dal Cai di Dongo, aperta a tutti coloro che ne avranno bisogno, andando in montagna.

Flavio Muschialli, conosciuto come Zeb dagli amici, era il capostazione di Dongo ed è stato anche consigliere del Club alpino italiano, oltre che istruttore d’alpinismo.

All’inaugurazione erano presenti moltissimi suoi colleghi soccorritori, della stazione ma anche di tutta la Delegazione Lariana, rappresentata dal delegato responsabile di zona, Alberto Redaelli, e dal vicepresidente regionale del Corpo nazionale di salvataggio alpino e speleologico (Cnsas) Lombardo, Luca Vitali. Il modo migliore per ricordare la generosità di Zeb.

Tecnicamente il bivacco Zeb, alla quota di duemila metri, può essere considerato un punto tappa dell’Alta Via del Lario (Avl), oppure si raggiunge attraverso la valle del Dosso. Il tempo indicativo di salita dalla località di Caiasco (Dosso del Liro) dove c’è un piccolo parcheggio è di 3,30 ore. Il bivacco è predisposto con otto posti letto e la struttura è sempre aperta. Per il pernottamento è obbligatorio l’utilizzo del sacco lenzuolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True