Bagni vietati nella fontana  Multe da 150 euro a Rovellasca
Una delle foto diffuse sul web con evidenziate alcune persone nella fontana

Bagni vietati nella fontana

Multe da 150 euro a Rovellasca

Un’ordinanza dopo le segnalazioni sul web dei residenti: «In acqua non solo si tuffano le persone ma nuotano anche i cani»

Vietata la balneazione nella fontana del Parco Burghè: l’altra sera, in consiglio comunale, è stata approvata una mozione, presentata da Valerio Zauli, capogruppo della civica d’opposizione “Noi per Rovellasca – Lega Nord”, che impegna il Comune ad emanare un’ordinanza per sanzionare chi vuole divertirsi a fare il bagno nella grande fontana del parco del centro.

«Capita a chiunque frequenti il parco di vedere la fontana centrale del Burghè utilizzata come vasca o piscina da persone, di varie età ed etnie, e da cani lasciati liberi da padroni poco attenti e scarsamente rispettosi – viene spiegato nella mozione- con le famiglie, spesso costrette a tenersi a distanza dalla fontana per lasciarvi invece accedere chi inopportunamente vuole farsi il bagno» .

Nella mozione si sottolinea che «la fontana è il monumento principe del nostro Comune e come tale deve essere preservato con tutte le dovute attenzioni; è pertanto necessario dissuadere una pratica, che, come testimoniato anche della presenza di numerosi post sui social network, sta diventando sempre più un abitudine estiva per tanti residenti ».

Dovrebbe essere quindi prossimamente emanata un’ordinanza, con multe non inferiore ai 150 euro, per chi trasgredirà il divieto di balneazione e verranno predisposti dei controlli ad hoc.

«Siamo stati ovviamente d’accordo nel stigmatizzare impropri utilizzi della fontana che, come altri comportamenti scorretti, vorrei ricordare che vengono già da tempo sanzionati nel regolamento approvato dal 2013, da parte della precedente amministrazione comunale, con multe che possono andare anche fino a 500 euro», tiene a sottolineare il sindaco Renato Brenna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA