Bimbi a rischio in piazza Italia  Olgiate, «Serve una barriera»
Piazza Italia è stata inaugurata da poco più di un anno

Bimbi a rischio in piazza Italia

Olgiate, «Serve una barriera»

Mamme preoccupate per la vicina Briantea

Il sindaco Moretti valuta l’inserimento di una protezione

«Ma i genitori devono prestare attenzione ai figli»

Piazza Italia “pericolosa” per i bambini. Si pensa a barriere con fioriere lungo la statale Briantea, a protezione dei frequentatori più piccoli. A riportare l’attenzione sul problema il caso di un ragazzino che qualche giorno fa è caduto a ridosso dei gradini centrali di piazza Italia, procurandosi una ferita alla testa.

È opinione comune tra i genitori che piazza Italia non sia a misura di bambino: abbondano gradini e spigoli, la scalinata d’accesso particolarmente ripida è già stata teatro di vari infortuni, così come diversi si sono fatti male finendo, forse per distrazione, contro i cubi in cemento che delimitano i parcheggi.

C’è una convivenza problematica tra auto e pedoni. La presenza di un parcheggio con auto in manovra rende la piazza potenzialmente pericolosa per i pedoni e, specialmente, per i bambini. Costituisce un elemento di rischio il fatto che la piazza si affacci direttamente sulla statale e non ci sia una barriera tra la piazza e le strade che la contornano, sia la Briantea, sia il peducolino che porta all’interno del comparto.

Non c’è una protezione che impedisca a un bambino, che dovesse sfuggire alla custodia degli adulti, di finire in strada o in mezzo alle auto del posteggio.

I dettagli su la Provincia in edicola domenica 14 agosto


© RIPRODUZIONE RISERVATA