Cadorago, in cartoleria dopo i calci  «Il ragazzo mi ha chiesto scusa»
Il ragazzo che prende a calci la vetrina, immortalato dalle telecamere

Cadorago, in cartoleria dopo i calci

«Il ragazzo mi ha chiesto scusa»

Il giovane era stato filmato dalla videosorveglianza del negozio

Il vandalo torna in cartoleria per scusarsi dei calci dati di notte alla vetrina.

Due giorni prima di ferragosto Enzo Corti, il titolare del Giornalotto, una cartoleria in centro a Cadorago, aveva pubblicato sulle pagine di Facebook collegate al paese le immagini del sistema di videosorveglianza del suo esercizio commerciale etichettando con degli insulti i protagonisti della scena. Negli scatti in bianco e nero si vedevano, molto bene, due ragazzi intenti a comprare le sigarette, ma anche a sferrare qualche calcio alla serranda.

Non si è trattato di un furto, il negozio non ha riportato danni, è il gesto comunque sia era sconveniente e spiacevole. Il fatto è avvenuto tra sabato 11 agosto e domenica 12, più precisamente alle ore 2 di quella notte.

«Questa mattina si è presentato il ragazzo che ha preso a calci e pugni la vetrina del mio negozio – scrive ora nuovamente il titolare del Giornalotto sullo stesso social network - per scusarsi di questo assurdo e inspiegabile gesto. Scuse accettate e storia chiusa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA