Covid, a Olgiate già 500 guariti  «La solidarietà ci dà speranza»
La postazione per i tamponi modalità “drive-through” allestita in piazza italia (Foto by archivio)

Covid, a Olgiate già 500 guariti

«La solidarietà ci dà speranza»

Il sindaco presenta il bilancio dell’emergenza: «Sono stati tanti i momenti brutti ma siamo riusciti a rimanere uniti per portare aiuti»

Superati i 500 guariti dall’inizio della pandemia. Erano 509 a ieri. Un dato di segno positivo dopo un anno – il 2020 – segnato pesantemente dal Covid.

«È stato un anno difficilissimo, totalizzante nei pensieri e nella gestione dell’emergenza sanitaria, perché come sindaco senti fortissima la responsabilità nei confronti di tutti i concittadini – dichiara il sindaco Simone Moretti - Troppa sofferenza derivante dalla pandemia, troppi fatti negativi, lutti nelle famiglie, cambio radicale del nostro modo di vivere ed azzeramento preventivo di tutta la socialità a cui eravamo abituati».

«Di momenti brutti il Covid ce ne ha lasciati tanti - prosegue - , dalla notizia del primo lutto all’inventarsi una procedura, condivisa con gli altri sindaci dell’Olgiatese, per poter intervenire subito nei confronti dei diversi casi Covid da soli. Non abbiamo sentito da parte di chi doveva guidare la risposta sanitaria all’emergenza quella presenza che sarebbe stata doverosa e dovuta».

Tanta sofferenza, ma anche tanta solidarietà. «I momenti belli sono stati quelli che ci hanno visto tutti uniti per portare gli aiuti – afferma Moretti - Penso alle tre distribuzioni delle mascherine, ai messaggi ricevuti per un gesto semplice, ma dal grande valore simbolico: quando qualcuno di noi è in difficoltà, la comunità olgiatese tutta c’è». Dal 23 febbraio in prima linea. «Abbiamo provato ogni giorno ad avere le idee chiare e ferme su quella che doveva essere la gestione dell’emergenza sanitaria, senza mai dimenticare anche l’emergenza sociale e lo stare vicino alle persone che sono entrate in contatto con il virus» dichiara Moretti.

Manuela Clerici


© RIPRODUZIONE RISERVATA