Dimesso il migrante ferito  Ma non rimarrà ad Uggiate
L’ingresso della palazzina dove hanno trovato ospitalità i migranti e dove si è scatenata la lite

Dimesso il migrante ferito

Ma non rimarrà ad Uggiate

L’aggressore ha perso il diritto all’accoglienza ed è stato denunciato

La violenta lite al centro di via Roma ricostruita dai carabinieri: futili motivi

E’ stato dimesso dal Sant’Anna di Como il giovane liberiano richiedente asilo ferito sette giorni prima in una violenta lite avvenuta nella casa di via Roma, gestita dalla Cooperativa “Intesa sociale”. Vicenda che - come i lettori de “La Provincia” ben sanno - ha scatenato aspre polemiche politiche, sull’onda delle frasi esplicite del vice sindaco di Ronago (“Sono delle bestie” aveva commenta sui social).

Il giovane liberiano avrà bisogno di cure ancora per trenta giorni ed è stato allontanato dalla casa di Uggiate e portato in altra località, in attesa di provvedimenti della prefettura. E’ stato sentito a lungo dai carabinieri di Faloppio - incaricati dalle indagini - che hanno raccolto le versioni dei contendenti e dei testimoni della lite, scoppiata come sembra ormai accertato per futili motivi e finita nel sangue, nella cucina messa a soqquadro. L’aggressore, dal canto suo, è stato subito allontanato, ha perso il diritto all’accoglienza ed è stato denunciato per lesioni personali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA