Dopo Uggiate anche Bizzarone  Altro furto di angioletti dal cimitero
Gli angioletti in gesso abbracciati rubati dal cimitero di Bizzarone

Dopo Uggiate anche Bizzarone

Altro furto di angioletti dal cimitero

Nuovo colpo, questa volta è stata scelta una statuetta con due esemplari abbracciati - Cresce l’indignazione fra le vittime: «Sono oggetti che hanno un grande valore affettivo»

Non si fermano i ladri di angeli sulle tombe nei cimiteri dell’Olgiatese: dopo il colpo a Uggiate Trevano dei giorni scorsi, sono entrati in azione anche a Bizzarone.

E s’infittisce il mistero dello strano furto non di fiori finti o veri, ma di angeli di scarso valore economico ma dal significato affettivo per chi li mette sulle tombe dei propri cari.

Tra le ipotesi potrebbe trattarsi di appassionati di angeli che sono di buon auspicio anche perché sembra alquanto improbabile che li portino via per rivenderli, si tratterebbe dunque di una forma di collezionismo a spese dei parenti dei morti.

Dopo il furto la scorsa settimana di quattro angioletti in gesso bianco su un loculo di una giovane mamma del cimitero di Uggiate Trevano, si ripete anche a Bizzarone il furto di angioletti questa volta prelevati da una tomba del cimitero del paese.

L’articolo completo su La Provincia in edicola oggi, 23 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA