Due finti tecnici Truffa a Rovellasca

Due finti tecnici
Truffa a Rovellasca

Hanno detto di essere addetti all’acquedotto

Un colpo quasi alla Diabolik sta allarmando il paese: una pensionata, dopo essere stata anestetizzata e indotta ad obbedire ai malviventi che erano penetrati nella sua abitazione, ha finito per aprire la cassaforte, dove erano conservati alcuni gioielli di famiglia, dal valore soprattutto affettivo, di cui i ladri truffatori si sono impadroniti.

In queste ore a contattare la famiglia dell’anziana, che si è trovata improvvisamente in balia dei malviventi, è stato l’assessore ai servizi sociali, Daniele Pullano. Dopo il ripetersi delle truffe, sia in paese che altrove nella Bassa comasca, il Comune si è rivolto alla parrocchia, al centro anziani e naturalmente alle forze dell’ordine, per organizzare a breve un incontro pubblico. L’obiettivo è di fornire alla cittadinanza informazioni e indicazioni utili al fine d’evitare il più possibile di trovarsi faccia a faccia con ladri e truffatori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA