Faloppio, comitato contro i cinghiali  «Sono un business poco chiaro»
Cinghiali nel Parco della Spina verde nella foto di Vittorio Belluso

Faloppio, comitato contro i cinghiali

«Sono un business poco chiaro»

Mira alla tutela delle produzioni agricole, stasera al consorzio l’ufficializzazione

Parte dall’Olgiatese la “crociata” contro i cinghiali. Stasera , nella sede del Consorzio agrario lombardo, sarà ufficializzata la costituzione di un Comitato interprovinciale per la tutela delle produzioni agricole, della sicurezza e incolumità dei cittadini.

Mobilitazione che coinvolgerà sia agricoltori che cittadini, accomunati dal rischio rappresentato da una sempre più massiccia presenza di cinghiali anche nelle zone pianeggianti. A rischio la sicurezza e le coltivazioni. Per parlarne e avviare la costituzione del Comitato è stata convocata, per stasera alle 21, una riunione aperta a operatori del settore e cittadini.

F

«Andremo fino in fondo con l’obiettivo di chiedere che siano assunti provvedimenti risolutivi – sostiene Alberto Pagani, presidente del Consorzio agrario lombardo - Il cinghiale non è un animale autoctono, non c’è mai stato nel Parco Pineta e va allontanato. Daremo battaglia perché si faccia sul serio per contenere il proliferare di questi animali».

I dettagli su la Provincia in edicola martedì 31 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA