«Fibra ottica bloccata»  Carbonate alla   guerra 2.0
Lavori per la posa della fibra ottica

«Fibra ottica bloccata»

Carbonate alla guerra 2.0

Cinquecento persone hanno firmato una petizione online per chiedere internet veloce

Quasi cinquecento firme virtuali per chiedere l’attivazione della fibra ottica tra Carbonate, Mozzate e Locate Varesino. Nei giorni scorsi, infatti, 465 utenti avevano già firmato la petizione on line per promuovere il servizio, il cui stop dei lavori a Carbonate di fatto ha “paralizzato” i collegamenti internet della zona.

I cittadini dei comuni interessati hanno chiesto al Comune di Carbonate di riattivare i contatti con Tim per rilanciare un progetto fondamentale per i servizi multimediali di tutta l’area di riferimento.

«Da maggio 2017 – si legge nella petizione - la centrale Tim di Carbonate è stata tolta da quelle pianificate per l’attivazione del servizio fibra. Dopo diversi mesi di ricerche le fonti ufficiali di Regione Lombardia dicono che i lavori sono fermi a causa di richieste indebite che sono state effettuate dal comune di Carbonate».

Regione Lombardia, infatti, in un comunicato pubblicato sulla stessa pagina internet punta il dito contro il Comune di Carbonate: «Tali richieste (Oneri per la posa di fibra ottica tra cui fideiussioni e pagamenti anticipati di somme per lavori che avrebbe svolto Tim come li ha svolti in tutti i comuni dove ha operato le migliorie) – si legge nel comunicato del Pirellone - non sono legittimate dalla giurisprudenza né dalle leggi vigenti e hanno costretto l’operatore privato a rivolgere l’interesse ad altri comuni più disponibili ed attenti alla necessità di dotare la propria cittadinanza del servizio in fibra ottica».



© RIPRODUZIONE RISERVATA