Furti di merce in azienda, il dipendente tradito dal tenore di vita
Olgiate Comasco - Gli uffici della monteoliveto

Furti di merce in azienda, il dipendente tradito dal tenore di vita

Olgiate, l’arresto del dipendente della Monteoliveto

Olgiate Comasco

Le sedute dal massaggiatore, il tennis, i centri benessere. E uno stile di vita che, probabilmente, non era “adeguato” rispetto al suo lavoro. Questi erano sicuramente dei segnali da interpretare e che, a lungo andare, hanno insospettito i titolari della Monteoliveto di Olgiate tanto da portarli a segnalare il dipendente come sospetto per i furti che si stavano ripetendo in azienda.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri per non farsi notare il dipendente arrestato, Christian Bianchi di Appiano Gentile, cercava di agire durante la pausa pranzo, quando i colleghi andavano a mangiare .

Il modus operandi era più o meno sempre lo stesso: faceva in modo di organizzare le consegne proprio per l’ora del mezzogiorno, anche con la compiacenza delle aziende acquirenti.

Secondo le accuse, Bianchi avrebbe fatto sparire in cinque anni merce per un valore di cinque milioni di euro. Il tutto manipolando il sistema informatico che faceva “sparire” parte della merce prodotta, rivenuta in nero ad aziende compiacenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA