Guanzate e Bulgaro:   don Carlo ricoverato  in terapia intensiva
Don Carlo Bosco, vicario di Guanzate e Bulgarograsso

Guanzate e Bulgaro:

don Carlo ricoverato

in terapia intensiva

Preoccupazione per la salute del vicario

La Comunità pastorale di San Benedetto patrono d’Europa prega per don Carlo Bosco, l’amato vicario. Quarantena per sacerdoti, collaboratori e suore della comunità pastorale. Il vicario della Comunità che unisce le parrocchie di Guanzate e Bulgarograsso, si trova in terapia intensiva, a causa di un aggravamento delle condizioni di salute.

A dare l’annuncio ai fedeli il parroco don Alessio Bianchi con un comunicato sulla pagina social della Comunità pastorale. Il parroco scrive apertamente ai fedeli per informarli delle condizioni di salute di don Carlo, suo vicario, arrivato lo scorso settembre. Non si precisa nel comunicato in quale ospedale si trovi il sacerdote.

«Carissimi fedeli della comunità pastorale San Benedetto, vi chiedo una preghiera per don Carlo, che è in terapia intensiva e anche se non abbiamo ancora il dato ufficiale, tutto quanto fa pensare che sia stato contagiato dal coronavirus» scrive il parroco don Alessio Bianchi che rassicura nel contempo i fedeli sulla scelta prudente del vicario di non entrare in contatto con altre persone. «Grazie alla sua prudenza, don Carlo, dal 9 di marzo ha cercato di non vedere nessuno; tuttavia per prendere ogni precauzione, noi suore e preti che l’abbiamo frequentato nei quindici giorni precedenti il 24 di febbraio, abbiamo deciso di metterci in quarantena. Ci trovate disponibili con tutti i mezzi di comunicazione» segnala il sacerdote.

Il comunicato del parroco ha suscitato subito la solidarietà e la commozione dei guanzatesi e dei bulgaresi che in questi momenti pregano con tutto il cuore per la salute di don Carlo e sui social hanno postato centinaia di mani giunte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA