Guanzate, sindaco indagato   «Adesso si farà chiarezza»
L’ingresso del centro di raccolta rifiuti

Guanzate, sindaco indagato

«Adesso si farà chiarezza»

Cinzia Negretti e l’avviso di garanzia per il centro rifiuti: «Sono adempimenti vigenti da almeno 12 anni». E rilancia: «Non è opportuno fare altre dichiarazioni, ma la Magistratura evidenzierà i reati e a chi imputarli»

Avviso di garanzia al sindaco Cinzia Negretti per irregolarità nella gestione del centro raccolta dei rifiuti, ma il primo cittadino ritiene che la Magistratura farà chiarezza.

L’accertamento dei fatti, da parte dei carabinieri del Nucleo Forestale di Appiano Gentile e dei tecnici Arpa, al centro di via Innocenzo XI è avvenuto a dicembre, dopo le segnalazioni dei cittadini. La relazione tecnica di Arpa ha portato ora alla notifica dell’avviso di garanzia al sindaco, poiché il Comune è proprietario del centro e ad Econord che gestisce la struttura.

Il sindaco Negretti precisa le accuse contestategli: «Nei giorni scorsi ho ricevuto un avviso ai sensi dell’art. 349 del Cpp. Quello che viene contestato alla sottoscritta in qualità di sindaco pro tempore del Comune riguarda due aspetti: la violazione in difformità al Dm 4 agosto 2008 e la mancata presenza di idonei presidi di separazione e trattamento delle acque di prima pioggia obbligatorie ai sensi del regolamento regionale n.4 del 24 marzo 2006. In questa fase non ritengo opportuno rilasciare ulteriori dichiarazioni poiché le indagini sono in corso. Sono sicura-sottolinea il sindaco- che la Magistratura chiarirà, se verranno evidenziati fattispecie di reati, a chi imputarli, trattandosi di adempimenti vigenti da almeno dodici anni».

(Laura Attolico)


© RIPRODUZIONE RISERVATA