I bulli di internet spaventano   «Controllate i vostri figli»
I genitori intervenuti alla serata

I bulli di internet spaventano

«Controllate i vostri figli»

In 200 tra mamme e papà all’incontro promosso dall’Istituto comprensivo con l’ispettore Pagani

Tanti i pericoli del web. Soprattutto se a “navigare” sono ragazzi che a volte si nascondono dietro la tastiera di un computer o di uno smartphone per mettere in ridicolo e aggredire un compagno con conseguenze psicologiche devastanti per i minori come recenti episodi testimoniano. Duecento genitori hanno partecipato all’incontro sulla sicurezza in rete e sul cyberbullismo organizzato dall’Istituto Comprensivo di Cadorago a cui hanno partecipato 200 genitori

Un pubblico attento e partecipe coinvolto dal relatore, l’ispettore capo Nicola Pagani, responsabile della sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Como che ha puntato l’attenzione sulla sicurezza in rete e sui pericoli del web. L’ispettore ha raccomandato ai genitori di tenere sotto controllo i propri figli e di essere informati su ciò che fanno e quali siti consultano. Facili sono i contatti con i malintenzionati con cui gli adolescenti possono relazionarsi per eccessiva fiducia.

«I ragazzi devono parlarne a scuola, con qualcuno. Come genitori stiamo molto attenti, pronti ad ascoltarli- ha sottolineato l’ispettore-La pedofilia è sempre esistita, ma con l’avvento di Internet è molto più facile reperire materiale pedopornografico. Non appena avete qualche dubbio, venite da noi o rivolgetevi ai Carabinieri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA